Olio e burro
Meglio olio o burro?

Sostituire il burro con l’olio è una pratica molto comune in cucina. Io ho creato una tabella guida apposita per facilitare il compito, e spesso sono la prima ad usarla. Per molti è la norma, anche nei dolci. Frolla all’olio, brownies senza burro, ciambella senza burro… sono ricette all’ordine del giorno. Ma per quale motivo di fa? E soprattutto, quali sono alcuni miti da sfatare sull’argomento?

Olio e burro: calorie e grassi

Nello scegliere l’olio al posto del burro, è bene considerare due miti non esattamente ‘esatti’ (scusate il gioco di parole).  

  1. L’olio è meno calorico del burro“. Rispondiamo a questa falsa credenza con numeri alla mano: 100 gr di burro forniscono circa 760 calorie; 100 gr di olio circa 900.
  2. Il burro è pieno di grassi saturi“: questo è vero, ma i grassi saturi, se consumati moderatamente, non contribuiscono all’innalzamento del colesterolo cattivo e forniscono energia. Studi recenti hanno evidenziato che introdurre nella dieta latticini, burro e in generale alimenti contenenti grassi saturi, non porta ad un sensibile aumento del rischio cardiovascolare. Naturalmente, la regola è ‘moderatamente’.

Cosa ricordare per scegliere bene

La scelta fra olio e burro è sicuramente personale, ma è bene farla in modo consapevole. Tenete a mente che:

  • l’olio è più calorico,
  • i grassi saturi sono quasi sempre di origine animale, ma ci sono grassi saturi anche vegetali come l’olio di palma, l’olio di cocco e le margarine (per cui attenti al tipo di olio che scegliete).
  • 100 gr di burro ha 51 gr di grassi saturi; l’olio di semi di girasole ne ha 13, quello di arachidi 17 e quello di oliva 14.
  • esistono alternative più light ad entrambi.

Seguimi anche su Facebook, Telegram, Instagram o Pinterest

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui